farmacie comunali sesto numero 4 anno 3 2013-02-08آ  farmacie comunali sesto informa novembre 2012...

Download Farmacie Comunali Sesto numero 4 Anno 3 2013-02-08آ  Farmacie Comunali Sesto Informa Novembre 2012 -

Post on 10-Aug-2020

1 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Farmacie Comunali SestoINFORMANovembre - 2012Anno 3numero 4

    PRIMO PIANO

    Tutte le novità della manovra Monti

    La riforma delle cure primarie

    Le farmacie cardiometaboliche

    Referti TAO in farmacia

    Convenzione ASFC e Pelucca

    LE GIORNATE IN FARMACIA

    Magnetoterapia, Iridologia e Reiki

    PREVENZIONE

    Celiachia e allergia al glutine

    Allergia al lattosio

    Influenza: via ai vaccini

    2012: i numeri del cancro in Italia

    VETERINARIA

    Cani più educati

    Prevenzione invernale

    STORIA

    Un cibo adatto alla propria natura

    FOCUS: IPERTENSIONE E CARDIOPATIE

  • Farmacie Comunali Sesto Informa Novembre 2012 - Anno 3 - numero 4

    Reg. n° 1987 del 10/05/2010 presso il Tribunale di Monza

    Distribuzione gratuita a cura di: Azienda Speciale Farmacie Comunali

    V. Carducci 221 20099 Sesto S. Giovanni (MI)

    Direttore responsabile Adriana Paolini

    Direttore editoriale Marco Pavesi

    Redazione Andrea Poliani, Marco Damian

    Stampa In Print SpA - Baranzate (MI)

    PRIMO PIANO Tutte le novità della manovra Monti p.2 di Adriana Paolini La riforma delle cure primarie p.2 di Marco Pavesi Le farmacie cardiometaboliche p.3 di Silvana Francesconi Referti TAO in farmacia p.7 di Marco Pavesi Convenzione ASFC e Pelucca p.7 di Silvana Francesconi LE GIORNATE IN FARMACIA La magnetoterapia p.4 di Adriana Paolini Sconti, bellezza, corsi p.4 a cura della Redazione L’occhio, lo specchio di sé p.5 di Adriana Paolini Riequilibrare l’energia p.6 di Adriana Paolini PREVENZIONE Celiachia e allergia al glutine p.8 di Marco Pavesi Allergia al lattosio p.8 di Marco Pavesi Influenza: via ai vaccini p.9 di Marco Pavesi Ipertensione e cardiopatie p.10 di Adriana Paolini 2012: i numeri del cancro in Italia p.12 di Adriana Paolini VETERINARIA Prevenzione invernale p.13 di Marco Pavesi STORIA (quinta dispensa) Un cibo adatto alla propria natura p.14 di Adriana Paolini PROMOZIONI Le offerte in farmacia fino al 31/12/2012 p.15

    La riproduzione e la ristampa, anche parziali di articoli e immagini del giornale sono formalmente vietate senza una preventiva ed esplicita autorizzazione da parte dell’Editore. I contenuti delle rubriche sono espressione del punto di vista degli autori. L’Editore è a disposizione di tutti gli eventuali proprietari dei diritti sulle immagini riprodotte, nel caso non si fosse riusciti a reperirli per chiedere debita autorizzazione.

    Sommario

    Omaggio del tuo farmacista

  • Editoriale

    Monica Chittò

    Scrivendo questo primo editoriale, come Sindaco, per il periodico delle Farmacie Comunali, desidero prima di tutto por- gere un saluto alle cittadine e ai citta- dini che vi si rivolgono, e al personale tutto che vi presta la propria attività.

    Dieci farmacie comunali, sulle venti oggi aperte a Sesto San Giovanni, rappresen- tano un patrimonio importante per la cittadi- nanza e per il Comune: per i servizi che offrono, e che possono accrescersi, per il presidio diffuso sul territorio, ma anche per le risorse che possono e devono tornare a met- tere a disposizione del nostro comune.

    Le Farmacie Comunali nascono a Sesto nel 1955, per impulso di Abramo Oldrini, indimenticabile sindaco della Liberazione e della ricostruzione della città, soprattutto per rispondere alle necessità dei nuovi quartieri nei quali i soggetti privati non intervenivano: hanno offerto buoni servizi, educazione sanitaria, una presenza amichevole e competente, secondo la migliore storia delle aziende municipalizzate.

    Occorre proseguire in questa direzione, aprendosi a nuove domande e a nuovi bisogni sociali: la collaborazione avviata con l’Ospedale di Sesto per la consegna dei referti alle persone che devono seguire terapie anti- coagulanti è un bel segnale, le intese in via di definizione con la Fonda- zione Pelucca, sulle quali ritorneremo, vanno nella stessa direzione.

    Nei prossimi mesi, e anni, sarà necessario perseguire una sempre mag- giore apertura al territorio e assicurare un’offerta di servizi sempre più ricca e articolata, avendo anche molta attenzione agli aspetti organizza- tivi, gestionali e finanziari che i tagli alle risorse degli enti locali e le politi- che governative di contenimento della spesa farmaceutica rendono sem- pre più rilevanti ed ineludibili.

    Si tratta di una sfida difficile, ma affascinante: mantenere, in tempi nuovi e complessi, lo spirito e la funzione delle aziende e società comunali, as- sicurando insieme prestazioni di qualità e risorse per il territorio.

    Un ritorno alle origini, insomma, nel contesto del nuovo secolo.

    La città amica, forte e coraggiosa che vogliamo costruire ne ha bisogno e sono certa che anche le nostre Farmacie Comunali abbiano competenze, intelligenze e passione per conseguire questo importante obiettivo.

    Auguro a tutti buon lavoro.

  • di Adriana Paolini

    All’inizio di Agosto il Governo si è visto costretto ad un’ultima stretta economica, la spendig review, che investe molte ri- sorse economiche, tra queste quelle destinate alla sanità. La situazione è così grave che i due rami del parlamento l’hanno appprovata subito. Ab- biamo chiesto un commento a Silvana Francesconi, direttrice dell’Azienda Speciale Farma- cie Comunali.

    La sanità ha tagliato, da qui al 2015, quasi 7 mld di euro. Come incideranno questi tagli sui bilanci dell’ASFC? É da qualche anno che il prezzo dei farmaci con obbligo di ricetta è in costante calo, ed essendo il compenso ricono- sciuto dalle Asl alle farmacie calcolato unicamente in per-

    centuale sul prezzo, le farma- cie vedono i propri bilanci su- bire drastiche riduzioni. Ben presto purtroppo le entrate delle farmacie si ridurranno a livelli troppo bassi per garan- tirne il sostegno economico. La firma di un accordo prevedeva una remunerazione dell’atti- vità svolta dalle farmacie in questo modo: una quota fissa per ogni confezione erogata e una quota percentuale sul prezzo del prodotto. Questo orientamento avrebbe posto un freno ad un declino inevita- bile e portato ad una stabiliz- zazione dei margini. Purtroppo l’accordo siglato è stato bloc- cato e la nuova proposta dei Ministeri dell’Economia e della Salute porterebbe ad una di- minuzione di circa il 6% dei margini. Anche secondo Annarosa Racca, presidente di Feder-

    farma, l’accordo è iniquo: “I patti stanno in piedi se con- vengono a entrambe le parti. Le farmacie sono disponibili a un sacrificio sui farmaci di più alto costo se in cambio c’è una stabilizzazione dei nostri ricavi su quelli di prezzo più basso, da anni in calo progressivo a causa delle genericazioni”. L’accordo era stato firmato per evitare di variare i costi e argi- nare l’emorragia degli utili: “Nel pianeta farmaco c’è oggi un problema di governance dei prezzi. Gli interventi d’imperio porterebbero alla morte delle farmacie nel giro di pochi anni. Auspichiamo un’intesa che consenta al Servizio Sanitario Nazionale di risparmiare sui medicinali più costosi e dia alle farmacie quelle certezze sulle quali costruire nuovi ser- vizi e un ruolo ancora più mo- derno della sanità territoriale.”

    2 FARMACIE COMUNALI SESTO INFORMA - PRIMO PIANO

    SPENDING REVIEW: TAGLI ALLA SANITÀ PER 6,8 MLD

    Tutte le novità della manovra Monti

    di Marco Pavesi

    Farmaci innovativi. Le Regioni devono assicurare l’immediata disponibilità dei medicinali in- novativi, quelli che la commis- sione Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) giudica “innovazione terapeutica di particolare rile- vanza”. Questi prodotti saranno a carico del SSN e verranno

    erogati dagli ospedali e dalle aziende sanitarie locali, anche se non presenti nei prontuari terapeutici.

    Dosaggi e confezioni ad hoc. Previa autorizzazione della commissione Aifa, le farmacie ospedaliere potranno predi- sporre e consegnare ai pazienti dosaggi farmacologici indivi- duali, finalizzati ad un uso do- miciliare. Questo provvedimen to si applica anche ai farmaci con indicazioni diverse da quella autorizzata. Questa ini- ziativa è sperimentale e auto- rizza le Regioni, nei limiti delle loro disponibilità di bilancio, al riconfezionamento ad hoc dei

    farmaci, al fine di eliminare lo spreco dei prodotti, il rischio di errore o di consumo improprio.

    Omeopatia e antroposofia. Il decreto Balduzzi prevede la re- gistrazione di tutti i farmaci omeopatici presenti sul mer- cato dal 6 Giugno 1995 oltre a quella dei farmaci antroposo- fici, descritti nella farmacopea ufficiale e preparati secondo un metodo omeopatico.

    Omeopatia veterinaria. I me- dicinali veterinari omeopatici già in commercio prima del de- creto Balduzzi possono conti- nuare a essere venduti fino al 31 Dicembre del 2014.

    P R I M O P I A N O

    DECRETO LEGISLATIVO RENATO BALDUZZI

    La riforma delle cure primarie

  • di Silvana Francesconi

    Partirà a gennaio 2013 una campagna di prevenzione car- diovascolare su tutto il territo- rio di Sesto San Giovanni, che durerà fino a Giugno-Luglio 2013. L’iniziativa in collabora- zione con il Consiglio Nazio- nale delle Ricerche di Roma (CNR), coinvolge tutte le far- macie ASFC. Si tratta di uno studio epidemiologico che verrà fatto su un campione di 300 individui residenti nel no- stro territorio, mirato a miglio- rare le strategie di prevenzione cardiovascolare (cv).

    Farmacie “sentinelle”. Le far- macie sono di per sé un presi- dio sanitario su strada, dove ogni giorno entrano, in Italia, 3 mln di persone anche solo per chiedere un consiglio per la pro- pria salute, presso le quali ven- gono rilevati i principali fattori di

Recommended

View more >