sesto senso srl piano terra -primo - .- norma cei en 50086 2-4 “sistemi di tubi ed accessori per

Download SESTO SENSO SRL Piano terra -primo - .- Norma CEI EN 50086 2-4 “Sistemi di tubi ed accessori per

If you can't read please download the document

Post on 30-Aug-2018

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • St udi o Tecni co Pezzi P. I . Gr azi ano Vi a Bonf i gl i o 27/h2 CASTELGOFFREDO MN

    Pr oget t azi one Ver i f i ca Consul enza I mpi ant i el et t r i ci

    Tel . 0376/779087 e-mai l :gr apezzi @t i n. i t Cel l 3357116545

    Regione: Provincia: Comune:

    LOMBARDIA BRESCIA DESENZANO D/G

    Oggetto:

    PROGETTO PRELIMINARE IMPIANTO ELETTRICO DM 37-08

    RELAZIONE PROTEZIONE CONTRO I FULMINI

    PROGETTO IMPIANTO RIVELAZIONE FUMI- IMPIANTO

    EVAQUAZIONE DIFFUSIONE SONORA

    Committente:

    SESTO SENSO SRL

    Parte d'opera:

    Piano terra -primo - seminterrato

    Loc./cant. lavori:

    DESENZANO D/G BS

    Allegati:

    TAVOLE SCHEMI QUADRI ELETTRICI

    TAVOLA RAPPR. TOPOGR. IMPIANTO ELETTRICO

    TAVOLA RAPPR. TOPOGR. IMPIANTO RIVELAZIONE FUMI-EVAQUAZIONE

    Riferimenti:

    Data: Timbro:07/05/2015

    Il tecnico incaricato:PEZZI P. I. GRAZIANO

    N Progetto:

    9219P/15

  • IMPIANTO ELETTRICO

    RELAZIONE TECNICA Dati di riferimento Dati di progetto Classificazione dei luoghi e Norme di riferimento Documentazione di Progetto Requisiti di rispondenza a Norme Requisiti di rispondenza a Leggi e Regolamenti Descrizione dell'impianto Relazione di calcolo per la protezione contro i fulmini Riferimenti Normativi Prescrizioni generali Impianti elettrici negli luoghi di pubblico spettacolo rd intrattenimento Impianti elettrici negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio Impianti per lampade a scarica con catodo freddo

    Dati del sistema di distribuzione dell'Energia elettrica Il prelievo dell'Energia effettuato immediatamente a valle dell 'ENEL in apposito centralino posato esternamente al locale . L'energia elettrica in corrispondenza della sezione di arrivo, presenta le seguenti caratteristiche: Tensione concatenata : 380 V 3F Tensione di fase : 220V F+N Frequenza: 50HZ Sistema di distribuzione: TT Categoria : 1 (tensione nominale da oltre 50V fino a 1000V) Potenza impegnata contatore :100 kW Caduta di tensione massima ammessa : 4% Icc PRESUNTAin corrispondenza della sezione di arrivo) = 15KA

    CLASSIFICAZIONE DEI LUOGHI

    Locale aperto al pubblico Att. 65/2/C: Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, impianti e centri sportivi,

    palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 200 persone ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 mq

    Ambiente adibito a pubblico con affluenza di pubblico superiore a 100 persone e inferiore 1000. Gli impianti elettrici dovranno rispondere alle prescrizioni generali della Norma CEI 64-8 , alle prescrizioni particolari della sezione 751 "Ambiente a maggior rischio in caso di incendio di tipo A " e alle prescrizioni particolari della sezione 752 Impianti elettrici nei luoghi di pubblico spettacolo e intrattenimento. Locale CENTRALE TERMICA Att. 74/1/A: Impianti per la produzione di calore alimentati a combustibile solido,

    liquido o gassoso con potenzialit superiore a 116 kW (fino a 350 kW) Luogo con pericolo di esplosione contenente apparecchiature per riscaldamento/raffrescamento alimentate a gas metano con potenzialit complessiva superiore a 116 kW (fino a 350 kW) . Gli impianti elettrici sono soggetti alla Norme successive CEI 31-33/34/35 Ambienti contenenti bagni o docce

    DATI DI PROGETTO

  • Gli impianti elettrici dovranno rispondere alle prescrizioni generali della Norma CEI 64-8 e alle prescrizioni particolari della sezione 701 "Locali contenenti bangni docce) Non esistono altre particolari situazioni soggette a Normativa specifica CEI. Requisiti di rispondenza a Norme

    - Norma CEI 0-2 Guida alla documentazione di progetto degli impianti elettrici - Norma CEI 11-17 Impianti di produzione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica Linee in cavo - Norma CEI 11-46 Strutture sotterranee polifunzionali per la coesistenza di servizi a rete diversi Progettazione, costruzione, gestione ed utilizzo Criteri generali di posa - Norma CEI 11-47 Impianti tecnologici sotterranei Criteri generali di posa Dicembre 2008 - Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua - Norma CEI 103-6 Protezione delle linee di telecomunicazione dagli effetti dell'induzione elettromagnetica provocata dalle linee elettriche vicine in caso di guasto - Norma CEI EN 50086 2-4 Sistemi di tubi ed accessori per installazioni elettriche Parte 2-4: Prescrizioni particolari per sistemi di tubi interrati - Norma CEI 17-13 fasc. 1433: Apparecchiature assiemate di protezione e manovra per bassa tensione; - Norma CEI 23-51fasc. 2731: Prescrizioni per la realizzazione, le verifiche e le prove dei quadri di distribuzione per installazioni fisse per uso domestico e similare; - Norma CEI 20-20 fasc. 663: Cavi isolati in polivinilcloruro con tensione nominale non superiore a 450/750 V; - Norma CEI 20-13: Cavi isolati in gomma butilica con grado di isolamento superiore a 3; - Norma CEI 20-22: Prova dei cavi non propaganti lincendio; - Norma CEI 23-8: "Tubi protettivi rigidi in polivinilcloruro e accessori; - Norma CEI 23-14: Tubi protettivi flessibili in PVC e loro accessori; - Norma CEI 23-18 (fasc. 532): Interruttori differenziali per usi domestici e similari; - Norma CEI 23-5: Prese a spina per usi domestici e similari; - Norma CEI 23-3: Interruttori automatici di sovracorrente per usi domestici e similari; - Norma CEI 64-50: Guida CEI edilizia residenziale; - Norma CEI 64-51: Criteri particolari per Centri Commerciali; - Norma CEI 64-54: Criteri particolari per locali di pubblico spettacolo; - Norma CEI 64-12: Guida per lesecuzione dellimpianto di terra negli edifici per uso residenziale e terziario; - Norma CEI EN 62305-1/4: Norme per la protezione contro i fulmini; - Norma CEI 34-21: Apparecchi di illuminazione; - Norma CEI 17-1 fasc. 4659C: Interruttori a corrente alternata a tensione superiore a 1000 V; - Norma CEI 17-5 fasc. 1913E: Apparecchiatura a bassa tensione. Parte 2: Interruttori automatici; - Norma CEI 17-11 fasc. 2097E: Apparecchiatura a bassa tensione. Parte 3: Interruttori di manovra, sezionatori, interruttori di manovra-sezionatori e unit combinate con fusibili; - Norma CEI 70-1 fasc. 1915E: Gradi di protezione degli involucri. (Codice IP); - Norma CEI 100-2: Guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici, elettronici e per le comunicazioni; - Norma CEI 100-7: Guida per lapplicazione delle norme sugli impianti di ricezione televisiva; - Norma CEI 103-1: Impianto telefonici interni; - Norma EN 60849: Sistemi elettroacustici applicati ai servizi di emergenza; - Norma CEI UNI EN 12464-1: Illuminazione di interni con luce artificiale; - Norma UNI EN 1838: Illuminazione di emergenza; - Norma UNI 9795: Sistemi fissi automatici di rivelazione, di segnalazione manuale e di allarme

  • incendio; - Norma CEI 306-2: Guida per il cablaggio per telecomunicazioni e distribuzione multimediale negli edifici residenziali; - Norma CEI 306-10: Sistemi di cablaggio strutturato: Guida alla realizzazione ed alle norme tecniche; - Norma CEI 64-14: Guida alle verifiche degli impianti elettrici; - Norma CEI 11-27: Lavori su impianti elettrici; - Norma CEI 11-48: Esercizio degli impianti elettrici; - Norma CEI 79-3: Norme particolari per Impianti antieffrazione e antintrusione; Requisiti di rispondenza a Leggi e Regolamenti Legge n. 1341 del 13/12/1964 Linee elettriche aeree Esterne Legge n. 186 del 01/03/1968 Disposizioni concernenti materiali e impianti elettrici Legge n. 791 del 18/10/1977 Attuazione della direttiva del Consiglio delle Comunit Europee (n. 72/23/CEE) relativa alle garanzie di sicurezza che deve possedere il materiale elettrico destinato ad essere utilizzato entro alcuni limiti di tensione DM del 15/12/1978 Designazione del Comitato Elettrotecnico Italiano di normalizzazione Elettrotecnica ed Elettronica DM del 5/10/1984 Attuazione della direttiva (CEE) n. 47 del 16/1/1984 che adegua al progresso tecnico la precedente direttiva (CEE) n. 196 del 6/2/1979 concernente il materiale elettrico destinato ad essere impiegato in atmosfera esplosiva gi recepito con il Decreto del Presidente della Repubblica 21/7/1982 n. 675 Legge n. 818 del 7/12/1984 Nulla osta provvisorio per le attivit soggette ai controlli di prevenzione incendi, modifica agli Articoli 2 e 3 della Legge 4/3/1982 n. 66 e norme integrative allordinamento del corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco DM dell8/3/1985 Direttive sulle misure pi urgenti ed essenziali di prevenzione incendio ai fini del rilascio del Nulla osta provvisorio di cui alla Legge 7/12/1984 n. 818 DM del 27/3/1985 Modificazioni al decreto Ministeriale 16/2/1982, contenente lelenco dei depositi e industrie pericolosi, soggetti alle visite e controlli di prevenzione incendi Legge n. 46 del 5/3/1990 Norme per la sicurezza degli impianti Direttiva 06/95/CEE del 12-12-2006 Riguardante la marcatura CE del materiale elettrico DPR 392 del 18-4-94 Emendamenti alla legge 46/90 e al DPR 447 DPR n. 459 24/07/1996 Regolamento per lattuazione delle direttive 89/392/CEE, 91/368/CEE, 93/44/CEE e 93/68/CEE concernenti di riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relativi alle macchine D.Lgs. n. 615 12/11/1996 Attuazione della direttiva 89/336/CEE del Consiglio del 3 maggio 1989 in materia di riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilit elettromagnetica, modificata e integrata dalle direttive 92/ 31/ CEE, 93/ 68/ CEE, 93/97/ CEE D.Lgs. n. 626 25/11/1996 Attuazione della direttiva 93/68/CEE (che notifica la direttiva 73/23/CEE) in materia di marcatura CE del materiale elettrico destinato allessere utilizzato entro taluni limiti di tensione D.Lgs. n. 277 de